Top 10 siti di e-commerce nel Regno Unito 2020

e-commerce nel Regno Unito

Uno dei paesi più dinamici al mondo per il commercio elettronico, il Regno Unito è un mercato piuttosto ampio e molto solvente per lo shopping online. Dominato da società di e-commerce americane, il Regno Unito ha ancora spazio per alcune società locali forti, sia negozi affermati che giocatori di e-commerce puri.

Il panorama britannico di internet e e-commerce può essere paragonato a quello degli Stati Uniti: anche se ha solo 65 milioni di utenti di Internet, una frazione della popolazione digitale americana, la ricchezza degli inglesi e le loro abitudini nell’uso dell’e-commerce fanno del Regno Unito uno dei mercati di e-commerce più sofisticati. Utilizzano sia computer che dispositivi mobili per lo shopping online, acquistando una vasta gamma di beni e servizi su Internet.

Poiché il mercato del Regno Unito è tecnologicamente avanzato, con elevata penetrazione e solvibilità, la concorrenza per la spesa online è molto agguerrita. E dato che le aziende americane hanno sviluppato un vantaggio grazie alle dimensioni del loro mercato interno e ai primi sviluppi nel Regno Unito, l’e-commerce britannico è sotto il dominio di piattaforme statunitensi che operano attraverso più segmenti, in particolare Amazon ed eBay, che sono di gran lunga le più grandi giocatori di e-commerce nel Regno Unito.

Tuttavia, alcuni rivenditori tradizionali che si concentrano su categorie specifiche, come Argos per l’elettronica e le apparecchiature domestiche o Screwfix con strumenti e hardware, sono ancora in grado di conquistare una quota del mercato. Alcuni importanti rivenditori britannici di generi alimentari e alimentari, come Tesco, sono stati in grado di lasciare il segno attraverso la vendita online, anche se Asda, di proprietà del rivenditore americano Walmart, è anche uno dei contendenti in questo segmento digitale.

Nota che questo post fa parte di una serie:

Elenco delle principali piattaforme di e-commerce britanniche per traffico mensile stimato

Per offrirti maggiori prospettive sullo stato della concorrenza del mercato nel panorama dell’e-commerce britannico, ecco gli attuali 10 principali leader delle piattaforme di e-commerce nel Regno Unito 2020 e il loro traffico mensile stimato da SimilarWeb, a partire da febbraio 2020.

10. Currys PC World

Originariamente un rivenditore di articoli elettrici, Currys è specializzato nella vendita di elettronica domestica ed elettrodomestici attraverso il Regno Unito e la Repubblica d’Irlanda. Recentemente combinato con PC World dal suo proprietario, Dixons Carphone, Currys PC World offre anche una piattaforma di e-commerce per la vendita online di elettrodomestici e telecomunicazioni.

Sito web: currys.co.uk – Traffico mensile stimato: 16,6 milioni di visite

9. John Lewis & Partners

John Lewis & Partners è una catena di grandi magazzini di fascia alta che opera in tutto il Regno Unito e in Irlanda e Australia attraverso concessioni locali. Operando con oltre 50 negozi nel Regno Unito, John Lewis è anche diventato un venditore online leader di elettrodomestici ed elettrodomestici, moda, bellezza, bambino, accessori sportivi, ecc.

Sito web: johnlewis.com – Traffico mensile stimato: 18,5 milioni di visite

8. Next

La prossima è una catena multinazionale di negozi al dettaglio che vendono una gamma di abbigliamento, calzature e prodotti per la casa. Tracciando le sue origini nel 1864, Next ora gestisce circa 700 negozi, di cui circa 500 sono nel Regno Unito e circa 200 negozi in Europa, Asia e Medio Oriente. Vende anche prodotti di circa 400 marchi attraverso il suo negozio online.

Sito web: next.co.uk – Traffico mensile stimato: 20,5 milioni di visite

7. Marks & Spencer

Marks & Spencer è un rivenditore leader specializzato nella vendita di abbigliamento, prodotti per la casa e prodotti alimentari di lusso. Fondata nel 1884, Marks & Spencer è saldamente presente nel Regno Unito e in Irlanda. Per promuovere la sua crescita, M&S ha lanciato un nuovo ciclo di sviluppo aprendo negozi fisici in Europa e in Asia e vendendo online attraverso il proprio sito Web e con una partnership con il negozio di e-commerce tedesco Zalando.

Sito web: marksandspencer.com – Traffico mensile stimato: 21 milioni di visite

6. Screwfix

Screwfix è un rivenditore specializzato di strumenti commerciali, accessori e prodotti hardware. Fondata nel 1979, è diventata leader nel Regno Unito, con oltre 600 negozi in Gran Bretagna e Irlanda del Nord. Screwfix ha inoltre sviluppato online, offrendo e consegnando i suoi prodotti in tutto il Regno Unito, Irlanda ed Europa.

Sito web: screwfix.com – Traffico mensile stimato: 21,2 milioni di visite

5. Asda

Asda è un rivenditore leader nel Regno Unito, di proprietà del colosso americano Walmart, una delle principali piattaforme di e-commerce negli Stati Uniti. Oltre al suo supermercato dove vende generi alimentari e vari beni di consumo, abbigliamento e prodotti per la casa, Asda è anche un fornitore di servizi finanziari e di telefonia mobile, che sono anche offerti online attraverso la piattaforma di e-commerce di Asda.

Sito web: asda.com – Traffico mensile stimato: 23,2 milioni di visite

4. Tesco

Terzo rivenditore al mondo e una delle più grandi aziende del Regno Unito, Tesco gestisce ipermercati e minimarket. Attraverso i suoi negozi fisici e la sua piattaforma di e-commerce, Tesco vende generi alimentari, prodotti per la casa e l’igiene, nonché abbigliamento e servizi finanziari e di telecomunicazione.

Sito web: tesco.com – Traffico mensile stimato: 25 milioni di visite

3. Argos

Argos è un rivenditore di cataloghi che gestisce anche oltre 800 negozi nel Regno Unito e in Irlanda. Una filiale del rivenditore britannico Sainsbury’s, Argos vende elettronica, prodotti per la casa e il giardino, abbigliamento, giocattoli e attrezzature sportive e altro ancora. Oltre alle sue operazioni più tradizionali, Argos è diventato anche leader nel commercio elettronico nel Regno Unito.

Sito web: argos.co.uk – Traffico mensile stimato: 41,9 milioni di visite

2. eBay Regno Unito

Pioniera dell’e-commerce, eBay è un mercato online americano che consente a persone e aziende di vendere direttamente attraverso la sua piattaforma di aste online. Fondata nel 1995, eBay si è espansa in oltre 20 paesi tra cui il Regno Unito, organizzando la vendita di prodotti che vanno da automobili e veicoli all’elettronica e alla moda, da casa e giardino a sport e giocattoli, fino a prodotti aziendali e industriali.

Sito web: ebay.co.uk – Traffico mensile stimato: 254,5 milioni di visite

1. Amazon Regno Unito

Fondata negli Stati Uniti nel 1994, Amazon ha iniziato come libreria online che in seguito si è diversificata verso prodotti come media, elettronica, abbigliamento, mobili, cibo, giocattoli e gioielli. Espandendosi in molti paesi, tra cui il Regno Unito, Amazon è diventato il leader globale incontestato del commercio elettronico e si è ulteriormente sviluppato nel commercio al dettaglio con l’acquisizione di Whole Foods Market, nonché editoria, elettronica, cloud computing, video streaming e produzione.

Sito web: amazon.co.uk – Traffico mensile stimato: 362 milioni di visite

I migliori siti Web di e-commerce nel Regno Unito rispetto al traffico mensile stimato

Il traffico mensile stimato dalle prime 10 piattaforme di e-commerce elencate in precedenza dimostra il dominio di Amazon e eBay, che si posizionano molto al di sopra degli altri giocatori, rispettivamente sopra 360 e 250 milioni di visite mensili. Il pacchetto di follower è ben consolidato nella gamma di volumi di traffico da 15 a 50 milioni di visite al mese.

I migliori marchi che conducono affari attraverso l’e-commerce nel Regno Unito

Oltre a queste istituzioni affermate, un altro giocatore di e-commerce puro nella categoria della moda può essere messo in evidenza per la sua origine britannica. Nonostante Asos ha un traffico globale mensile stimato elevato di oltre 60 milioni di visite al mese, la sua quota stimata di traffico proveniente dal Regno Unito è solo del 22% circa, il che non era sufficiente per classificarlo tra i primi 10. Tuttavia, la sua presenza deve Da sottolineare qui perché è ancora leader nel commercio elettronico di moda britannico, anche se la sua presenza è più internazionale che nazionale.

Al di fuori delle solite piattaforme di e-commerce, un marchio può anche essere messo in evidenza per distinguersi in particolare per la sua presenza online, grazie alla sua importanza nell’economia britannica. Anche se non è una piattaforma diversificata, O2 riesce ancora a vendere telefoni cellulari e una gamma di propri prodotti e servizi di telecomunicazione sul proprio sito Web. Pesa ancora molto nel panorama dell’e-commerce britannico, realizzando grandi porzioni delle sue vendite online con oltre 18 milioni di visite al mese.

Ecco le migliori piattaforme di e-commerce nel Regno Unito. Hai mai acquistato beni o servizi da loro? Com’è stata l’esperienza, il prezzo è più economico e la consegna conveniente? Fateci sapere nei commenti qui sotto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *