Top 10 siti di e-commerce in Giappone 2019

e-commerce in Giappone

Uno dei primi paesi sviluppati per lo shopping online, il Giappone è diventato un mercato piuttosto ampio e molto solvente per l’e-commerce. Con le aziende di e-commerce giganti leader a livello mondiale in lotta per la leadership, il Giappone è un luogo di forte concorrenza per la quota di mercato dello shopping online.

Il panorama giapponese di internet ed e-commerce può essere paragonato agli Stati Uniti: anche se ha solo 119 milioni di utenti di Internet, circa il 38% della popolazione digitale americana, la ricchezza dei giapponesi e le loro abitudini nell’uso dell’e-commerce fanno del Giappone uno dei mercati di e-commerce più sviluppati. Utilizzando computer e dispositivi mobili per lo shopping online, i giapponesi acquistano una vasta gamma di beni e servizi su Internet.

Poiché il mercato giapponese è tecnologicamente avanzato, con elevata penetrazione e solvibilità, la concorrenza per la spesa online è molto agguerrita. Anche se le compagnie straniere hanno guadagnato un forte punto d’appoggio nel paese, con il gigante americano, Amazon, leader del gruppo e Yahoo! Il Giappone (che è stato acquisito dal colosso cinese del commercio elettronico Alibaba) è ben posizionato, ma anche le grandi società giapponesi di commercio elettronico, guidate da Rakuten, hanno sviluppato una grande presenza nel panorama dell’e-commerce giapponese.

Alcune piattaforme specializzate come il rivenditore di moda online Zozo Town sono ancora in grado di mantenere una quota di mercato contro i giganti locali ed esteri. Oltre a questi leader tradizionali, alcune nuove app, incluso il mercatino dell’usato Mercari, sono riuscite anche ad attirare l’attenzione di una parte degli acquirenti online. L’altro di successo, Fril, è stato acquisito da Rakuten e si è unito a Rakuma, dimostrando che la parte superiore del panorama dell’e-commerce giapponese rimarrà saldamente nelle mani dei giocatori esistenti.

Nota che questo post fa parte di una serie:

Elenco delle principali piattaforme di e-commerce giapponesi con traffico stimato

Per offrirti maggiori prospettive sullo stato della concorrenza del mercato nel panorama dell’e-commerce giapponese, ecco gli attuali 10 principali leader delle piattaforme di e-commerce in Giappone 2019 e il loro traffico mensile stimato da SimilarWeb, a partire da settembre 2019.

10. Qoo10 Giappone

Qoo10 è un mercato online con un ampio portafoglio di prodotti di moda, bellezza, sport, digitale, mobile, vita domestica, vita, cibo, neonati, intrattenimento, libri ed e-ticket. Gestito da una joint venture con eBay, uno dei leader dell’e-commerce negli Stati Uniti e nel mondo, dopo l’acquisizione del sito sudcoreano Gmarket, Qoo10 è presente in altri mercati asiatici, in particolare in Corea e Singapore, e punta a espandendosi in altri paesi asiatici.

Sito web: qoo10.jp – Traffico mensile stimato: 11,3 milioni di visite

9. Rakuma

Rakuma è un mercato delle pulci e-commerce, che opera principalmente attraverso il commercio mobile. Specializzato in beni di seconda mano, Rakuma consente alle persone di acquistare e vendere i propri articoli, vestiti, elettronica, giocattoli, attrezzature per la casa e decorazioni. Rakuma consente inoltre agli agricoltori e ai produttori di alimenti di vendere i loro prodotti direttamente sull’app. È di proprietà di Rakuten, che ha lanciato Rakuma nel 2014 e merged it with its former competitor Fril, in seguito all’acquisizione nel 2018 della sua società madre, Fablic.

Sito web: fril.jp – Traffico mensile stimato: 14,7 milioni di visite

8. Wowma

Wowma è un popolare mercato online. Con un fatturato costante e un catalogo di oltre 20 milioni di prodotti, Wowma offre un’ampia scelta tra una vasta gamma di categorie, tra cui cosmetici, attrezzature per la casa e decorazione, abbigliamento, elettronica, nonché servizi di ristorazione e cura della persona. Fondata dalla società di telefonia mobile KDDI, Wowma beneficia della grande percentuale di utenti mobili della sua società madre in Giappone.

Sito web: wowma.jp – Traffico mensile stimato: 20,4 milioni di visite

7. Zozo Town

Zozo Town è una piattaforma di e-commerce specializzata in moda e calzature. Fondata nel 2004, Zozo Town nasce da una società di vendita per corrispondenza, Inizia oggi, e successivamente si espande fino a diventare il più grande rivenditore specializzato di e-commerce di moda in Giappone, fornendo prodotti da una vasta gamma di marchi locali e internazionali. Il successo di Zozo Town ha contribuito al lancio in oltre 72 paesi e territori del marchio di abbigliamento su misura Zozo e del sistema di misurazione domestico Zozo Suit. Una partecipazione di maggioranza nella città di Zozo è stata acquisito da Yahoo Giappone 2019.

Sito web: zozo.jp – Traffico mensile stimato: 47 milioni di visite

6. Mercari

Mercari è un’app marketplace lanciata nel 2013 che consente alle persone di acquistare e vendere i propri prodotti, nonché marchi famosi dalla moda ai giocattoli, articoli sportivi all’elettronica, direttamente dal proprio smartphone. L’app deve in particolare il suo successo a funzionalità specifiche tra cui un canale di e-commerce in live streaming e il servizio Mercari Now, che consente agli utenti di ricevere immediatamente denaro per i loro articoli. Grazie al suo successo in Giappone, Mercari si è espanso negli Stati Uniti nel 2014 e nel Regno Unito nel 2016.

Sito web: mercari.com/jp – Traffico mensile stimato: 70,3 milioni di visite

5. DMM.com

Fondata nel 1999, DMM.com è una piattaforma di e-commerce e una società Internet. Fornisce una gamma di prodotti tra cui contenuti digitali, come e-book, giochi, versioni principali di DVD, nonché vendita per corrispondenza, noleggio online, video su richiesta. Altri servizi offerti includono servizi di pannelli solari, aste di beneficenza, giochi online, servizio di istruzione inglese online e stampa 3D. DMM si è inoltre estesa al servizio forex per i singoli investitori tramite DMM.com Securities.

Sito web: dmm.com – Traffico mensile stimato: 73,4 milioni di visite

4. Yahoo! Shopping Giappone

Yahoo! Giappone Shopping è il negozio di e-commerce del portale web diversificato di Yahoo! Giappone. Fornisce una vasta gamma di prodotti tra cui cosmetici, elettronica, abbigliamento e calzature, attrezzature per la casa, mobili e decorazioni, nonché servizi di ristorazione e cura della persona. Yahoo! Il Giappone è di proprietà di Soft Bank e Alibaba e i suoi vari servizi sono alla guida della scena digitale giapponese.

Sito web: shopping.yahoo.co.jp – Traffico mensile stimato: 85,1 milioni di visite

3. Yahoo! Auctions Giappone

Yahoo! Auctions è la piattaforma di e-commerce di aste peer-to-peer del portale web diversificato di Yahoo! Giappone. Permette alle persone di vendere i propri oggetti, come vestiti, calzature ed elettronica sulla piattaforma per ottenere il miglior prezzo promesso dagli acquirenti prima di un tempo finale. Lanciato in tutto il mondo per competere contro eBay, Yahoo! Le aste sono state mantenute con successo in Giappone, Hong Kong e Taiwan, mentre sono state interrotte in molti altri paesi.

Sito web: auctions.yahoo.co.jp – Traffico mensile stimato: 135 milioni di visite

2. Rakuten

Rakuten è una società giapponese di e-commerce e vendita al dettaglio online. Fondata nel 1997, Rakuten gestisce una piattaforma di mercato digitale in cui i marchi possono vendere i loro prodotti direttamente in una vasta gamma di categorie, dall’elettronica ai vestiti e agli accessori, dalle apparecchiature per la casa ai cosmetici e molti altri. Sfruttando il suo successo, Rakuten si è espanso per offrire altri servizi digitali, inclusi pagamenti online, contenuti digitali, marketing online e servizi di comunicazione. Si è inoltre espanso a livello globale acquisendo piattaforme di e-commerce in oltre 25 paesi e investendo in varie piattaforme tecnologiche.

Sito web: rakuten.co.jp – Traffico mensile stimato: 489,5 milioni di visite

1. Amazon Giappone

Fondata negli Stati Uniti nel 1994, Amazon ha iniziato come libreria online che in seguito si è diversificata verso prodotti come media, elettronica, abbigliamento, mobili, cibo, giocattoli e gioielli. Espandendosi in molti paesi, tra cui il Giappone, Amazon è diventato il leader globale incontestato dell’e-commerce e si è ulteriormente sviluppato nel commercio al dettaglio con l’acquisizione di Whole Foods Market, nonché editoria, elettronica, cloud computing, streaming video e produzione.

Sito web: amazon.co.jp – Traffico mensile stimato: 523 milioni di visite

I migliori siti Web di e-commerce in Giappone rispetto al traffico stimato

Il traffico mensile stimato dalle prime 10 piattaforme di e-commerce precedentemente elencate dimostra il chiaro vantaggio di Amazon e Rakuten, rispettivamente leggermente al di sopra e leggermente al di sotto di 500 milioni di visite al mese. Prendendo da parte Yahoo! Asta giapponese e shopping che ammontano a oltre 200, i follower sono ben affermati in volumi da dieci a settanta milioni di visite al mese.

I migliori marchi che conducono affari attraverso l’e-commerce in Giappone

Oltre a queste piattaforme che operano attraverso una vasta gamma di prodotti, alcuni marchi possono anche essere evidenziati per distinguersi in modo particolare, grazie alla loro importanza nell’economia giapponese. Anche se non sono piattaforme aperte, Soft Bank e NTT Docomo riescono ancora a vendere telefoni cellulari e vari prodotti e servizi di telecomunicazione sui loro siti Web. Pesano ancora abbastanza pesantemente nel panorama dell’e-commerce giapponese, realizzando gran parte delle loro vendite online con oltre 40 e 50 milioni di visite al mese rispettivamente.

Inoltre, un altro marchio può anche essere messo in evidenza per distinguersi in modo particolare, anche se non è puramente nel mercato dell’e-commerce. Poiché propone offerte, buoni e coupon per altri giocatori di e-commerce, Kakaku non è un negozio online in sé. Tuttavia, partecipa al panorama dell’e-commerce giapponese facendo riferimento ad altri negozi e, con oltre 110 milioni di visite al mese, vale la pena essere osservato qui.

Ecco le migliori piattaforme di e-commerce in Giappone. Hai mai acquistato beni o servizi da loro? Com’è stata l’esperienza, il prezzo è più economico e la consegna conveniente? Fateci sapere nei commenti qui sotto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *